Label europeo delle lingue

Il Label europeo per progetti innovativi
di apprendimento e insegnamento delle lingue



La cerimonia di premiazione era il 4 ottobre 2011 a Roma.

QUESTA E' LA LETTERA CHE E' APPENA ARRIVATA 
DALL'AGENZIA ITALIANA LLP (Lifelong Learning Programme):

Liceo Ginnasio Francesco Petrarca
Via Rossetti 74
34100 TRIESTE
Italia 

Gentile Dirigente Scolastico/Direttore, 

siamo lieti di informarla che il suo Istituto risulta essere tra i vincitori del riconoscimento 
“Label Europeo delle Lingue 2011” con il progetto: „Nächster Halt: Lebensdorf.“

In qualità di vincitore, il suo Istituto è invitato a partecipare alla cerimonia di premiazione che 
si svolgerà a Roma presumibilmente ad inizio ottobre. La informiamo che le spese di viaggio e di 
un eventuale pernottamento per un rappresentate del suo Istituto saranno a carico di questa 
Agenzia. Non appena possibile, seguirà a questa mail un invito ufficiale, con indicazioni più 
precise circa l’evento.

Ci congratuliamo ancora per l'ottimo lavoro svolto e cogliamo l’occasione per porgerle i nostri 
più cordiali saluti.


Agenzia LLP



Label europeo delle lingue
Il Label europeo è un riconoscimento che incoraggia nuove iniziative nel campo 
dell’insegnamento e dell’apprendimento delle lingue, premia le nuove tecniche di insegnamento 
delle lingue, diffondendo le conoscenze sulla loro esistenza e quindi promuovendo le buone 
pratiche. 

Il Label è aperto a tutti gli aspetti di istruzione e formazione, senza un preciso riferimento 
all’età ed ai metodi usati, il suo focus principale è promuovere progetti innovativi. 

Supportando progetti innovativi, a livello nazionale e locale, il Label cerca di aumentare gli 
standard per l’apprendimento delle lingue attraverso l’Europa. Ogni anno, il Label conferisce 
premi ai progetti più innovativi per l’apprendimento delle lingue in ogni nazione che partecipa 
allo schema. Esso è coordinato dalla Commissione europea, ma organizzato da ogni singolo Stato 
Membro, con giurie nazionali che decidono dei criteri specifici.

I criteri generali per ottenere un riconoscimento sono stabiliti a livello europeo, ma ogni singolo 
Stato può introdurre le sue personali richieste.

I criteri europei
  1. Le iniziative dovrebbero essere di vasta portata nel loro approccio. Tutti gli elementi del 
    progetto di lingua – dagli studenti agli insegnanti, metodi e materiali – dovrebbero assicurare 
    che tutti I bisogni degli studenti siano identificati e trovino una risposta.
  2. Le iniziative dovrebbero dare valore aggiunto nell’ambito del loro contesto nazionale. 
    Questo significa che si dovrebbero verificare miglioramenti tangibili nell’insegnamento e 
    nell’apprendimento delle lingue, ed anche nella quantità e qualità. “Quantità” si potrebbe 
    riferire a stimolare progetti per l’apprendimento di diverse lingue, particolarmente di quelle 
    che sono meno usate, mentre “qualità” potrebbe riferirsi all’introduzione di una metodologia migliore.
  3. Le iniziative dovrebbero motivare gli studenti e gli insegnanti a migliorare le loro abilità 
    linguistiche.
  4. Le iniziative dovrebbero essere originali e creative. Esse dovrebbero introdurre approcci 
    all’apprendimento delle lingue precedentemente non conosciuti, ma anche che siano 
    appropriate per gli studenti coinvolti.
  5. Le iniziative dovrebbero avere una enfasi europea. Esse dovrebbero essere parte della 
    diversità linguistica dell’Europa e usare questo vantaggio - per esempio – per stabilire nuovi 
    contatti attraverso i confini nazionali. Le iniziative dovrebbero migliorare attivamente la 
    comprensione tra culture promuovendo abilità linguistiche.
  6. Le iniziative dovrebbero essere trasferibili. Esse dovrebbero potenzialmente essere fonte 
    di ispirazione per iniziative linguistiche in nazioni diverse.